La Torre Aragonese

La Torre Aragonese di Porto Torres è stata costruita nel 1325 per volontà dell'Ammiraglio aragonese Carroz. La sua principale funzione fu quella di punto di protezione e difesa del territorio, era infatti una vera e propria fortificazione.

Viene classifficata fra le Torri Gagliarde (torri con funzione difensiva, armate con almeno quattro cannoni, spingarde e nel contingente della guarnigione, oltre agli artiglieri, erano presenti cinque fucilieri) a differenza di tutte le altre torri costiere presenti lungo la costa: Torre di Abbacurrente, di Trabuccato, di Cala D'Oliva, dell'Isola Piana, della Pelosa, del Falcone e delle Saline che sono Torri Zillas (torri con funzione di avvistamento e segnalazione disponevano solo di una spingarda e dei fucili per i due soldati componenti la guarnigione), posizionate tra loro in modo da creare un collegamento visivo l'una con l'altra.

In epoca successiva la Torre cittadina fu adibita anche ad altre funzioni: da punto doganale e fiscale a punto di profilassi delle imbarcazioni considerate "sospette" durante il periodo delle pestilenze. La torre è situata alla fine di C.so Vittorio Emanuele, nella Piazza Colombo in continuità con il porto cittadino.

Ha una pianta ottagonale, con un altezza di 16 metri. Nella parte superiore si trova la garitta, un sistema di feritoie e le mensole in trachite. All'interno è suddivisa in tre livelli: cisterna, alloggio e terrazzo ed è caratterizzata da una volta a crociera con pilastro centrale.

La Torre negli anni non ha subito molte trasformazioni se non lo spostamento della porta di accesso più in basso. Nel 1980 fu sottoposta ad un intervento di restauro conservativo volto a ripristinare lo strato di intonaco esterno. Le torri di difesa dovevano essere inaccessibili alle scalate e per questa ragione che venivano intonacate, proprio al fine di evitare che le pietre poste a costruzione della stessa potessero offrire degli appigli e facilitarne la scalata, soprattutto la notte, quando la guardia era ridotta ad una sola sentinella, occorreva evitare qualsiasi cosa potesse facilitare la presa della torre, la prima cosa era appunto quella di rendere impossibile la scalata.

Inoltre il materiale con cui è stata costruita è un calcare particolarmente idroscopico e friabile, pertanto soggetto ad assorbire acqua che ne cosuma la superficie, per questa ragione lo strato di intonaco ha ben preservato l'esterno della struttura.

pietre calcare torre aragonese porto torres

 

All'esterno della torre, accanto alla porta di ingresso sulla sinistra, è presente un elemento erratico marmoreo, la cui datazione non è certa.

Sulla superficie marmorea sono ben visibili due zoccoli di cavallo: elementi che spesso sono stati ritrovati in altri in cippi e sarcofagi. Potrebbe verosimilmente trattarsi di un frammento di un grande fregio architettonico appartenente ad un edificio pubblico di Turris Libisonis riutilizzato nella costruzione oppure durante uno dei tanti restauri della torre.

 

About us

PortoTorresOnline.com è il portale dedicato alla città e al suo territorio: informazioni turistiche, trasporti, curiosità, eventi sempre aggiornati e una sezione dedicata alle attività che vogliono diffondere la loro pubblicità on line.


PortoTorresOnLine.com

Porto Torres

+39 0795045089

info@portotorresonline.com


Contattaci!